TV E MINORI: PER BAMBINI LA CRONACA PIU' VIOLENTA DEI CARTOONS (2)
TV E MINORI: PER BAMBINI LA CRONACA PIU' VIOLENTA DEI CARTOONS (2)
I PIU' A RISCHIO I RAGAZZI BORGHESI

(Adnkronos) - In particolare, lo studio condotto da Piromallo Gambardella dimostra che la violenza trasmessa in tv dalla fiction ''piace'' ai ragazzi e in qualche modo li ''seduce'', portandoli ad un maggior spirito di imitazione dei personaggi che la interpretano. La violenza legata a stragi e guerre, la violenza reale trasmessa dalla cronaca nelle fasce orarie non protette, invece, e' immediatamente riconosciuta come tale e per questo provoca maggiori angosce nei minori. I bambini, inoltre, si dimostrano spettatori 'competenti' molto piu' di quanto gli adulti possano comprendere, spettatori dotati di una ''forte alfabetizzazione ai diversi codici della tv, come i codici di genere, estetici o linguistici'' ha spiegato Piromallo Gambardella. Ma non e' tutto.

Ad essere maggiormente angosciati dalla violenza reale delle cronache sono, riferisce ancora la studiosa, ''i bambini borghesi, piu' distaccati e disincantati invece rispetto alla fiction, a differenza dei loro coetani proletari''. ''I minori provenienti da ambienti piu' deprivati, infatti, -continua- dimostrano di essere meno danneggiati in termini di angoscia e ricadute psicologiche dalla violenza reale''. (segue)

(Ada/Rs/Adnkronos)