BLACK OUT: DOSSIER SVIZZERO LANCIA NUOVE ACCUSE A ITALIA
BLACK OUT: DOSSIER SVIZZERO LANCIA NUOVE ACCUSE A ITALIA
UFFICIO FEDERALE ENERGIA CHIEDE ADOZIONE URGENTE NUOVE REGOLE

Berna, 25 nov. - (Adnkronos/ats) - La causa di fondo del blackout elettrico del 28 settembre scorso in Italia risiede nel conflitto irrisolto fra gli interessi commerciali delle societ e paesi interessati. Basti pensare che le importazioni italiane oltrepassavano di 300 MW il programma stabilito. E' quanto sostiene un rapporto svizzero sul blackout, messo a punto dall'Ufficio federale dell'energia elvetico (UFEN), e nel quale si chiede l'adozione urgente di regole vincolanti.

L'Ufficio federale dell'energia constata che, da diverso tempo, i flussi di corrente effettivi in transito dalla Svizzera all'Italia divergono da quelli di riferimento. Queste divergenze croniche sono- secondo il dossier svizzero- il risultato di decisioni prese dai gestori di rete di Italia e Francia e dalle autorit di regolazione di questi paesi. Quest'ultimi -rileva l'UFEN- non tengono sufficientemente conto dei criteri di sicurezza della rete nell'attribuzione delle capacit di trasporto di Francia, Austria, Slovenia e Svizzera alle aziende attive nel commercio di corrente.

(Ree/Gs/Adnkronos)