FINANZIARIA: PROVINCIA RAVENNA, DURA PROVA PER I BILANCI
FINANZIARIA: PROVINCIA RAVENNA, DURA PROVA PER I BILANCI

Ravenna, 25 nov. (Adnkronos) - ''Non aumentera' la pressione fiscale sui cittadini, ma il taglio di 150mila euro (il 3%) ai trasferimenti statali, il mancato adeguamento delle risorse da trasferire al tasso inflattivo (un altro 2,5%) e il costo del nuovo contratto degli enti locali per un milione e cinquecento mila euro tutti a carico dei bilanci locali metteranno a dura prova il bilancio della Provincia di Ravenna e potrebbero avere ripercussioni sui servizi erogati''. Lo ha detto l'assessore provinciale al ramo Emanuela Giangrandi presentando il bilancio di previsione 2004. Inoltre, ha aggiunto l'assessore, ''se non verra' modificato il patto di stabilita' interno, a partire dal 2005 ci costringera' a varare piani di investimento fortemente sottodimensionati rispetto ai bisogni del nostro territorio''.

''La compartecipazione all'Irpef - ha spiegato Giangrandi - coprira' l'11% circa delle nostre entrate tributarie ma non rappresenta ancora la percentuale sulla produzione del reddito del nostro territorio provinciale che auspicavamo perche' e' solo sostitutiva dei trasferimenti statali precedenti. Quasi il 50% delle nostre entrate tributarie derivano dalla RC auto''. Sul lato delle spese, l'esponente dell'Amministrazione provinciale ha spiegato: ''Per quanto riguarda le spese correnti dobbiamo registrare l'aumento della spesa per il personale che passa dai 16 milioni di euro del 2003 (20,5%) ai 17 milioni del 2004 (21,3%) per i costi legati al rinnovo del contratto di lavoro dei dipendenti. La parte preponderante della spesa corrente, il 34%, andra' alla qualificazione e valorizzazione del sistema territoriale''.

(Mea/Pe/Adnkronos)