FISCO: ULIVO, IRES AGGRAVA TASSAZIONE PMI PER CIRCA 2,5 MLD (2)
FISCO: ULIVO, IRES AGGRAVA TASSAZIONE PMI PER CIRCA 2,5 MLD (2)

(Adnkronos) - ''La nostra opinione -spiega il diessino Giorgio Benvenuto- e' che questo intervento non e' a costo zero, ma nasconde una tassa occulta che colpirebbe con 2,5 miliardi di maggiore introito soprattutto le Pmi, favorisce una platea ristretta di imprese di grandi dimensioni ed e' largamente punitiva per le altre. Inoltre, l'eliminazione della Dit produce danni, colpisce settori ad elevata capitalizzazione, come i mezzi di trasporto, la siderurgia, il legno. L'indeducibilita' sulle partecipazioni - dice ancora Benvenuto - penalizza il nord-ovest e il nord-est e le aziende tra 10 e 49 dipendenti. A rimmetterci di piu' sono le microimprese a bassa capitalizzazione che sono diffusissime''.

Le richieste di modifica presentato dell'Ulivo sono numerose e riguardano lo slittamento di un anno dell'introduzione della riforma (dal 1 gennaio 2004 al primo gennaio 2005) per evitare 'ingorghi' con altri provvedimenti in materia; l'introduzione di clausole di salvaguardia a favore delle piccole e medie imprese che sarebbero penalizzate dal nuovo sistema. Si prevede, poi, una tassazione differenziata a seconda delle dimensione delle imprese (due aliquote, la prima al 23%), la reintroduzione della Dit e per le grandi aziende un unico consolidato invece dei tre previsti. (segue)

(Del-Ric/Pe/Adnkronos)