INSULARITA': CONVEGNO CISL SU RICONOSCIMENTO SPECIFICITA' IN EUROPA
INSULARITA': CONVEGNO CISL SU RICONOSCIMENTO SPECIFICITA' IN EUROPA
DOMANI A CAGLIARI CONCLUSIONE CON PEZZOTTA, SEGNI E COCILOVO

Cagliari, 25 nov. - (Adnkronos) - I rappresentanti sindacali di otto aree insulari europee (Sardegna, Sicilia, Baleari, Corsica, Malta, arcipelago greco, Cipro e Irlanda) sono riuniti da questo pomeriggio a Cagliari su iniziativa della Cisl sarda per discutere del riconoscimento di un ruolo da protagonisti nel processo comunitario di coesione sociale e economica in Europa. E' stato evidenziato come tutto si possa dire dell'Europa a 25, ma non che la coesione sia un traguardo raggiunto. Non vogliono essere solo un'espressione geografica le 286 piccole e grandi isole, con un Pil per abitante del 72% della media UE, che cercano di dimostrare una prova concreta di unita' nel processo costituente europeo.

Per Mario Medde, segretario generale della Cisl sarda, ''e' indiscutibile, salvo alcune eccezioni, che gli indicatori socio-economici pongono in generale le isole in una posizione di maggiore svantaggio rispetto al Paese di appartenenza e rispetto all'Unione. L'iniziativa di Cagliari, con la nascita di un network sindacale interregionale - ha proseguito Medde - ha lo scopo di valorizzare la soggettivita' propositiva e negoziale dei nostri territori, a partire dal riconoscimento della specialita' e della specificita' insulare''.

I lavori dell'assemblea proseguiranno domani mattina con l'approfondimento degli aspetti politici della questione. Interverranno i parlamentari europei Mario Segni e Luigi Cocilovo, mentre la conclusione sara' affidata al leader nazionale della Cisl Savino Pezzotta.

(Mas/Pe/Adnkronos)