LAVORO: NEL 2025 IL 22% EUROPEI SARA' OVER 65
LAVORO: NEL 2025 IL 22% EUROPEI SARA' OVER 65
ALLARME INVECCHIAMENTO LANCIATO DA SINDACATI PENSIONATI

Roma, 25 nov. - (Adnkronos/Labitalia) - Il 16% della popolazione europea ha piu' di 65 anni, pari a circa 60 milioni di persone e un quarto di quelle in eta' lavorativa. Ma entro il 2025, arriveranno al 22%. Gia' nei prossimi 15 anni la struttura demografica dell'Unione europea cambiera'. Di qui al 2015, infatti, i bambini fino a 14 anni passeranno dal 17% all'8% della popolazione e scenderanno dal 12,4% all'11,2% i giovani tra i 15 e i 24 anni. In calo, dal 43,4% al 41,3%, anche la fascia tra i 25 e i 54. Aumenteranno, invece, del 20% le persone tra i 55 e i 64 anni, passando dall'11% al 12,8%. Un vero e proprio boom registreranno, poi, gli ottantenni, che diventeranno il 50% in piu'. A lanciare l'allarme invecchiamento sono stati i sindacati dei pensionati, Cgil-Spi, Cisl-Fnp e Uil-Uilp, al convegno 'Anziani e pensionati in Europa. Invecchiamento, diritti e rappresentanza'.

In Europa, dunque, si vive piu' a lungo. Se nel 1980 l'eta' media dei cittadini dell'Unione era di 70,5 per gli uomini e 77,2 per le donne, nel 2002 i valori sono saliti, rispettivamente, a 75,5 e 81,6 e, per il 2050, si arrivera' a 79,7 e 85,1. (segue)

(Lab/Pn/Adnkronos)