OCCUPAZIONE: OVER 50, ITALIA ULTIMA IN EUROPA (3)
OCCUPAZIONE: OVER 50, ITALIA ULTIMA IN EUROPA (3)
IN 4 ANNI INCREMENTO DEL 13,3% DI LAVORATORI ANZIANI

(Adnkronos/Labitalia) - Ad aumentare, sostiene lo studio elaborato per Italia Lavoro, non e' solo l'eta' lavorativa, ma anche ''i confini dell'attivita''', che si allargano sempre piu' a ''tutta una serie di attivita' informali, come l'assistenza e la cura all'interno della famiglia, il cui peso economico e lavorativo e' nel nostro Paese ancora estremamente rilevante''. Malgrado infatti gli anziani over 65 registrino un allontanamento progressivo dalla vita lavorativa (sono sempre meno quelli che lavorano), la fascia di popolazione in uscita dall'eta' adulta, ma non ancora entrata in quella anziana (50-64 anni) sembra essere sempre piu' attaccata al proprio lavoro. E lo dimostra l'andamento positivo dell'occupazione di questo segmento.

Il numero complessivo di occupati compresi in questa fascia d'eta' e', infatti, passato (dal 1998 al 2002) da 3mln891mila a 4mln411mila (+13,3%), con incrementi particolarmente significativi tra i possessori di titoli di studio superiori. Infatti il 33,4% dei nuovi occupati fra 50 e 64 anni e' laureato, il 33,3% diplomato, il 44,2% ha un titolo di scuola superiore non valido per l'accesso universitario. Solo il 20,7% ha una licenza media, mentre e' addirittura diminuito il numero di chi e' in possesso della sola licenza elementare (-13,3%). (segue)

(Lab/Zn/Adnkronos)