PATTO STABILITA': RECEPITE DI FATTO PROPOSTE COMMISSIONE UE (3)
PATTO STABILITA': RECEPITE DI FATTO PROPOSTE COMMISSIONE UE (3)

(Adnkronos/Aki) - Le conclusioni, dunque, secondo la presidenza, ''pur sospendendo la procedura step by step prevista dal Patto che conduce a sanzioni'', non bocciano le richieste di Solbes, ma semplicemente non riconoscono l'applicazione dell'articolo 104.9, sanzionatorio e quindi penalizzante per Francia e Germania. ''I due paesi hanno annunciato delle correzioni di deficit strutturale, gia' nella legge di bilancio 2004, dimostrando di essere collaborative con la Commissione'', ha aggiunto la fonte, e ''quindi non e' giustificato un articolo che parla di mancanza di collaborazione''.

In base alle ricostruzione della seduta di voto di oggi, i membri dell'Ecofin hanno votato prima sia la raccomandazione della Commissione europea basata sull'Articolo 104.8 del Trattato (votazione a 14), sia quella riferita all'articolo 104.9 (votazione ad undici), e non ''avendo raggiunto la maggioranza qualificata, sono passati a votare il documento di compromesso, ottenendo un'ampia maggioranza, con sette paesi su undici favorevoli (tra cui Belgio, Lussemburgo e Portogallo). Lo stesso Jean-Claude Juncker, ministro delle finanze del Lussemburgo, avrebbe fatto presente in sede di consiglio, come riferisce la fonte italiana, che ''nello stesso trattato di Amsterdam e' scritto che l'Ecofin puo' anche non decidere, o decidere in modo diverso rispetto alla Commissione''.

(Ild/Rs/Adnkronos)