VENETO: GALAN, BASTA RICATTI SU BILANCIO O SARA' ESERCIZIO PROVVISORIO
VENETO: GALAN, BASTA RICATTI SU BILANCIO O SARA' ESERCIZIO PROVVISORIO
''OSTRUZIONISMO VA ESERCITATO CON INTELLIGENZA, NON SULLA PELLE DEI CITTADINI''

Venezia, 25 nov. - (Adnkronos) - ''Dopo quello attuato dal centrosinistra in occasione della manovra fiscale, non ho intenzione di accettare anche il gia' annunciato ricatto sul bilancio, motivo per il quale ho gia' dato indicazioni ai miei dirigenti di prepararsi all'esercizio provvisorio''. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Giancarlo Galan, commentando la 'maratona' di approvazione della manovra finanziaria 2004. ''Faremo il possibile per approvarlo entro l'anno - aggiunge Galan a proposito del Bilancio - ma non subiremo un'altra volta situazioni indegne come quelle viste nei giorni scorsi, ed eventualmente faremo un bilancio fatto bene, anzi meglio, senza fretta, con il ricorso all'esercizio provvisorio''.

''L'ostruzionismo - ha continuato Galan - e' un diritto, che pero' va esercitato con intelligenza, buon senso, e soprattutto con rispetto verso gli effetti che si possono creare per i cittadini''. Nel caso della manovra fiscale, per il governatore veneto, tale diritto ''e' stato vergognosamente esercitato sulla pelle dei cittadini per almeno due motivi''. ''Il primo - spiega - e' che si e' scherzato col fuoco sul bene primario di ognuno, che e' la salute. Il secondo e' che se non avessimo approvato la manovra la collettivita' avrebbe perduto la 'bazzeccola' di 600 milioni di euro dell'integrazione al Fondo sanitario nazionale, che il Governo riconosce solo alle Regioni che stanno seriamente portando avanti programmi di risanamento dei conti e di riorganizzazione della sanita'''.

(Apd/Pn/Adnkronos)