ISLAM: TERMINA IL RAMADAM, TRE GIORNI DI FESTA PER MUSULMANI
ISLAM: TERMINA IL RAMADAM, TRE GIORNI DI FESTA PER MUSULMANI
L'EID AL FITR FRA CELEBRAZIONI, POLEMICHE E RIGIDI CONTROLLI

Damasco, 25 nov. - (Adnkronos/Aki) - Tre giorni di festeggiamenti e misure di controllo rafforzate per la fine del mese sacro del Ramadan. Le celebrazione dell'Eid al-Fitr, la festa che conclude il mese del digiuno per i musulmani, porta con se' anche una serie di polemiche tra sunniti e sciiti. Oggetto della contestazione e' l'inizio effettivo del Ramadan, da calcolare in base alla luna crescente, e quindi il suo termine. Alle polemiche tra le varie etnie, pero', nel mondo occidentale si aggiunge l'innalzamento del livello di allarme per possibili attentati. Nel nostro paese aumentati i controlli alle metropolitane di Roma, Napoli e Milano, mentre le ambasciate e le sedi istituzionali sono sotto osservazione. Maggiori misure di sicurezza anche per moschee, comunita' religiose e centri di cultura.

La festa, che coinvolge circa un miliardo di persone nel mondo, ha inizio con l'avvistamento della luna nuova. Appena questa appare, infatti, hanno inizio manifestazioni di gioia e possono prendere il via manifestazioni conviviali che spesso si svolgono in una dimensione familiare. Con le scuole chiuse e l'astensione dal lavoro per tre giorni, i musulmani festeggiano cosi' la fine di un mese in cui si pratica l'astinenza da cibo e bevande dall'alba al tramonto, momenti di meditazione e si avvia un processo di purificazione. Sono due le festivita' principali dei musulmani: oltre all'Eid al-Fitr, che conclude il mese del digiuno, c'e' l'Eid al-Adha, 70 giorni dopo, durante il quale si sacrificano dei montoni e si distribuisce parte della carne ai poveri. Questa festa si tiene in concomitanza con il pellegrinaggio alla Mecca.

(Brt/Pe/Adnkronos)