AN-ISRAELE: CASSUTO, BENE FINI MA ASPETTIAMO I FATTI
AN-ISRAELE: CASSUTO, BENE FINI MA ASPETTIAMO I FATTI
HA MOSTRATO CORAGGIO, CRITICHE DI RIVLIN SONO SBAGLIATE

Gerusalemme, 25 nov. - (Adnkronos) - David Cassuto, il leader della comunita' ebraica italiana a Gerusalemme, ha deciso di partecipare all'incontro con Gianfranco Fini cambiando idea rispetto alle sue determinazioni originarie. ''Avevo messo come condizione per venire qui oggi la condanna di Salo', cosa che Fini ha fatto. Soddisfatto non e' la parola adatta per descrivere il mio stato d'animo, ma devo ammettere che Fini ha avuto molto coraggio''. L'ex vice sindaco di Gerusalemme adesso chiede un impegno maggiore al leader di An: ''dalle dichiarazioni bisogna passare ai fatti, e non solo quelli di Fini ma dei suoi seguaci e dei veterani. Se lo seguiranno il passato sara' cancellato''.

Cassuto ha aggiunto: ''non credo alle scuse ma ai fatti che significa ammettere le responsabilita' del regime di allora''. Per Cassuto, le responsabilita' per le persecuzioni agli ebrei sono state di tutto il popolo italiano: ''il popolo ha lasciato che il fascismo facesse quello che ha fatto, non sono stati abbastanza forti da vincere la situazione''. Infine, Cassuto ha criticato alcune dichiarazioni rese dal presidente del parlamento israeliano Rivlin che non si e' detto soddisfatto del 'mea culpa' di Fini: ''il presidente della Knesset non conosceva la storia di Fini . Rivlin ha fatto dichiarazioni che non doveva fare''.

(Gmg/Rs/Adnkronos)