AN-ISRAELE: FINI, NOSTRA CONDANNA COME PARTE IN CAUSA (3)
AN-ISRAELE: FINI, NOSTRA CONDANNA COME PARTE IN CAUSA (3)
''ANTISEMITISMO PIAGA SOCIETA' ITALIANA E UE''

(Adnkronos) - E l'incontro con la comunita' ebraica italiana a Gerusalemme e' anche occasione per parlare di razzismo e antisemitismo ''ancora presenti in certe pieghe della societa' italiana ed europea''. A proposito della lotta all'antisemitismo, il leader di An ha sottolineato: ''Tutti devono avvertire questa esigenza, a prescindere dalla propria responsabilita' e dalla collocazione politica''. E sull'argomento e' tornato anche piu' tardi, prendendo spunto da una domanda rivoltagli durante l'incontro con il Consiglio israeliano. La sinistra italiana dimostri, spiegandone i motivi, ha detto Fini, che non e' punto di riferimento di un sentimento antisemita. Un passaggio che, in Italia, e' ''impossibile''. Il vicepremier rispondeva a una questione sul rapporto che l'Osservatorio europeo sul razzismo ha svolto e che l'Ue ha deciso di non pubblicare perche' dimostrava che l'atteggiamento anti-sionista della sinistra non sarebbe libero da pregiudizi. Per il vicepremier, non pubblicare l'inchiesta e' stato un ''comportamento grave''.

Rivolto alla platea che lo ascoltava in un albergo di Gerusalemme, Fini ha aggiunto: ''Se posso per un attimo togliermi gli abiti istituzionali ed esprimere una opinione di uomo di parte, credo che vi sia un altro elemento da evidenziare. L'inchiesta sull'antisemitismo in Europa ha fatto notare che la polemica verso Israele e la diffidenza verso gli ebrei sono riconducibili a movimenti o circoli culturali di sinistra o di estrema sinistra''. ''Ovviamente -ha precisato ancora Fini- se qualcuno e' di sinistra o di estrema sinistra ha il dovere di dire che non e' vero. Pero' vorrei che chi lo dice senta il dovere di spiegare anche i motivi per cui non e' vero. Vi assicuro che nel mio Paese e' impossibile''.

(Red/Gs/Adnkronos)