GIUSTIZIA: FASSONE, RIFORMA NON E' LEGGE QUALSIASI (2)
GIUSTIZIA: FASSONE, RIFORMA NON E' LEGGE QUALSIASI (2)

(Adnkronos) - Tra i punti inaccettabili, per Fassone, ''in primo luogo i concorsi separati per l'ingresso in magistratura. Di fatto -ha spiegato- e' una separazione delle carriere in senso debole. Quindi, l'introduzione di un meccanismo di concorsi permanente per la progressione di carriera''.

''Si e' scelta la strada infelice del ritorno al concorso -ha concluso Fassone- e non quella di verifiche professionali ravvicinate e intese a verificare come opera il magistrato, e non quel che sa. Inaccettabile poi, l'introduzione tra gli illeciti disciplinari di attivita' proprie del giudice, come l'interpretazione della norma, o la limitazione dei diritti politici dei magistrati''.

(Epa/Cnz/Adnkronos)