GIUSTIZIA: PENALISTI, ANCHE CASSAZIONE CHIEDE REVISIONE APPELLO
GIUSTIZIA: PENALISTI, ANCHE CASSAZIONE CHIEDE REVISIONE APPELLO
''UN PASSO AVANTI SU APPLICAZIONE CONTRADDITTORIO PER FORMARE PROVA''

Roma, 25 nov. - (Adnkronos) - E' ormai ''ineludibile'' una ''rivisitazione organica'' delle norme che regolano il processo penale. A cominciare da quelle del giudizio d'appello. La sollecitazione arriva dall'Unione delle Camere Penali, all'indomani dell'indicazione in tal senso contenuta nelle motivazioni della sentenza della Cassazione sul senatore Andreotti per l'omicidio Pecorelli. I penalisti rivendicano di aver sollevato la questione gia' lo scorso marzo.

Ma ora si aggiungono le Sezioni Unite della Cassazione, sottolinea l'Ucpi, che sollecitano un intervento perche' non sia piu' consentito ''ribaltare la decisione assolutoria sulla base di una mera rilettura delle carte del processo'' ma solo dopo aver concesso all'imputato un ''rinnovato giudizio di primo grado''. ''Il monito appare di grande rilievo -sostengono i penalisti- e costituisce un passo in avanti sul terreno della applicazione della regola costituzionale del contraddittorio nella formazione della prova''.

(Sin-Pec/Rs/Adnkronos)