NUCLEARE: EURODEPUTATI FIRMANO PETIZIONE ANTI SITO UNICO
NUCLEARE: EURODEPUTATI FIRMANO PETIZIONE ANTI SITO UNICO
A BRUXELLES, SCHIERAMENTO TRASVERSALE PER SALVARE SCANZANO

Bruxelles, 25 nov. - (Adnkronos/Aki) - Mentre la protesta contro il sito nucleare di Scanzano Jonico continua a infiammare la Basilicata, uno schieramento trasversale di 22 eurodeputati italiani firma a Bruxelles una petizione in cui si chiede un esame della conformita' del provvedimento del governo alla luce della normativa europea in materia ambientale.

In particolare, gli eurodeputati domandano alla Commissione Petizioni del Parlamento Europeo di accertare se questa decisione potesse essere assunta dal governo senza consultare preventivamente le autorita' locali interessate e se la stessa e' stata preceduta da un'accurata valutazione di impatto ambientale cosi' come previsto dalla direttiva europea nel caso di smaltimento e stoccaggio a lungo termine di residui sensibili, compresi quelli radioattivi.

''Sono questi i due punti, sottolinea l'eurodeputato DS lucano Gianni Pittella, promotore dell'iniziativa, che a nostro avviso il decreto legge non soddisfa''. Quello di oggi, ha aggiunto, e' un atto formale che vuole trasmettere al governo, in queste ore di consultazioni, un forte segnale politico''.

L'onorevole Pittella sul contestato provvedimento governativo ha anche proposto una interrogazione scritta alla Commissione europea ritenendo che ''tale decisione sia stata assunta nella completa inosservanza della normativa europea''. (segue)

(Sub/Pn/Adnkronos)