BERLUSCONI: MALAN, CSM ESCE DA COMPITI COSTITUZIONALI
BERLUSCONI: MALAN, CSM ESCE DA COMPITI COSTITUZIONALI
PRENDA PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI NEI CONFRONTI DEI MAGISTRATI

Roma, 2 feb. - (Adnkronos) - ''La maggioranza della prima commissione del Csm, approvando il documento sulle parole di Silvio Berlusconi il 24 gennaio, e' uscita dai compiti che la Costituzione assegna al Csm stesso, tra i quali non c'e' questa sorta di vigilanza e censura sugli altri organi costituzionali''. Lo sottolinea Lucio Malan, vicecapogruppo di Forza Italia al Senato, secondo il quale ''cio' e' particolarmente stridente poiche' non si ricordano provvedimenti disciplinari del Csm (questi si' previsti dalla Costituzione) nei confronti dei magistrati che denigrano pubblicamente governo e Parlamento, anche partecipando a iniziative di certi partiti politici''.

''Chi non ricorda -dice ancora l'esponente azzurro- il magistrato che parlo' di un Parlamento dei ricatti e dei ricattati, quell'altro che invitava a snidare chi, al ministero della Giustizia non remava contro il governo e tanti altri episodi del genere? Sarebbe questo il reciproco rispetto tra le Istituzioni?''

(Red-Pol/Pn/Adnkronos)