GOVERNO: PADRE SORGE, INCERTO FUTURO DEMOCRATICO ITALIA (2)
GOVERNO: PADRE SORGE, INCERTO FUTURO DEMOCRATICO ITALIA (2)
''DEMOCRAZIA SENZ'ANIMA DEGENERA IN DIFESA INTERESSI DI PARTE''

(Adnkronos) - Per Padre Sorge l'analisi ''non si puo' ridurre alla lista di cose che vanno o che non vanno'' ma ''occorre capire soprattutto dove va il Paese''. Ecco perche' il gesuita punta l'indice contro il ''modello neoliberista di societa' verso cui il centro-destra sta conducendo il Paese'', con una concezione dell'economia ''basata sulla mera logica di mercato'' e della democrazia ''intesa come mera osservanza formale delle regole, prescindendo da considerazioni etiche''.

Ma la legalita' ''non si puo' ridurre alla mera osservanza formale delle regole, prescindendo dalla loro ricaduta sociale e dalle implicazioni etiche'': ''una democrazia senz'anima -avverte- ineluttabilmente degenera nella difesa di interessi di parte (o addirittura personali) e in dittatura della maggioranza''. Come dimostrano, dice, la legge sulla depenalizzazione del falso in bilancio, la legge Cirami, il lodo Schifani, la legge Gasparri.

''La preoccupazione si Ciampi -conclude- e' quella di tutti i democratici onesti e responsabili''. Anche perche' l'aspetto ''piu' grave'' della ''progressiva perdita di credibilita' dell'Italia in Europa e nel mondo'' e' dovuta ''non tanto alla poca considerazione di cui gode all'estero il nostro capo del governo, le cui gaffes ormai sono divenute proverbiali, quanto ancora una volta a una concezione di democrazia che alimenta l'evidente 'euroscetticismo' del governo, e lo porta ad allinearsi istintivamente'' a Bush.

(Mbr/Pn/Adnkronos)