UE: FRATTINI, SU CIG NON POSSIAMO PERMETTERCI ALTRO STOP (2)
UE: FRATTINI, SU CIG NON POSSIAMO PERMETTERCI ALTRO STOP (2)
''SU POLITICA ESTERA IPOTESI DI VOTO A MAGGIORANZA''

(Adnkronos) - Per Frattini e' quindi importante che la presidenza irlandese si applichi in questo momento in un giro di consultazioni e, se ''all'esito dell'esplorazione ci sara' spazio per proporre una soluzione complessiva, evidentemente l'Italia fara' di tutto per favorirla. Ma se la soluzione messa sul tappeto non sara' preventivamente concordata, vorrei dire nei minimi particolari che -sottolinea il ministro- ci sarebbe il rischio di una seconda battuta d'arresto, e questo l'Europa non se lo puo' permettere''.

Il ministro ha poi ribadito che l'Italia alla ''ripresa dei negoziati costituzionali chiedera' che per quanto riguarda la politica estera vi siano ipotesi di voto a maggioranza''. Frattini ha infatti sottolineato come sia importante che se ''ci vogliamo avvicinare ad un'Europa politica, non si puo' esporre un ''ministro degli Esteri europeo'' al possibile ''veto di uno qualsiasi dei ministri dei 25 paesi''. In questo modo, conclude Frattini ''il ministro degli Esteri europeo non potrebbe avere alcun ruolo''.

(Men/Pn/Adnkronos)