DDL GASPARRI: POSSIBILE FIDUCIA SU DL TV CON RINVIO RIFORMA
DDL GASPARRI: POSSIBILE FIDUCIA SU DL TV CON RINVIO RIFORMA
SCELTA A BERLUSCONI, REGOLARE SUBITO CONTI O RINVIARE A DOPO EUROPEE

Roma, 3 feb. (Adnkronos) - Sara', con ogni probabilita', il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi a dire l'ultima parola sulla sorte della riforma dell'emittenza che porta il nome del ministro Gasparri, rinviata oggi dall'aula alle commissioni dopo che lo scorso 15 dicembre il Quirinale l'aveva rimandata alle Camere.

Secondo quanto si e' appreso in ambienti della Cdl, infatti, direttamente al capo del governo sara' richiesto nelle prossime ore un parere su una soluzione che possa evitare l'inasprimento ulteriore di uno scontro che non e' piu' fra maggioranza e opposizione ma ormai in gran parte dentro il centrodestra.

In particolare, Berlusconi potrebbe essere sollecitato a valutare la possibilita' di accompagnare un 'rinvio senza fretta' della riforma in commissione (comunque a dopo le prossime tornate elettorali e con maggiore apertura alle indicazioni di Ciampi e al dialogo con il centrosinistra) con un voto di fiducia sulla conversione del 'decreto tv' varato a Natale, per evitare di inviare Rete4 sul satellite e di togliere la pubblicita' a Raitre. A giudizio di chi sostiene questa impostazione, un voto di fiducia dopo quanto accaduto oggi, avrebbe una valenza anche politica di non poco conto. (Tor-Val/Pe/Adnkronos) (segue)

null