RIFORME: BORDON, PERA CHIARISCA SPARIZIONE CONFLITTO INTERESSI
RIFORME: BORDON, PERA CHIARISCA SPARIZIONE CONFLITTO INTERESSI
BEN VENGA RIPENSAMENTO MA CALENDARIO AULA NON LO DECIDE IL GOVERNO

Roma, 3 feb. (Adnkronos) - ''Desidero chiedere notizie al presidente del Senato sull'eccellente sparizione del ddl del governo sul conflitto di interessi''. Lo ha detto il presidente dei senatori della Margherita Willer Bordon, prendendo la parola in aula a palazzo Madama.

''C'e' forse stato un salutare ripensamento? Ovviamente ce lo auspichiamo -aggiunge il capogruppo della Margherita- ma il sospetto maggiore emerge dalla lettura dell'art.4 del ddl Frattini, dal quale si rinviene che, non essendo andata a buon fine l'approvazione del ddl Gasparri, evidentemente le leggi precedenti sono pi? congeniali a Berlusconi, al 'principio di conservazione della specie' cui deve appellarsi''.

''A questo gioco -avverte Bordon- non puo' prestarsi un'istituzione qual' e' quella del Senato. E' la nostra conferenza dei capigruppo che ha il dovere di calendarizzare i provvedimenti. Non certo palazzo Chigi o, ancor peggio, palazzo Grazioli: come e' ormai sensazione diffusa''.

(Pol-Tor/Zn/Adnkronos)