DDL GASPARRI: BUONTEMPO, PARLAMENTO VITTIMA DI UNA FORZATURA
DDL GASPARRI: BUONTEMPO, PARLAMENTO VITTIMA DI UNA FORZATURA
RIFORME, VERIFICA, ELEZIONI 'TROPPA CARNE AL FUOCO'

Roma, 3 feb. - (Adnkronos) - ''Dieci deputati che mancano all'appello sono un fatto psicologico, quando sono almeno 35 si tratta di un fatto politico''. E' il giudizio di Teodoro Buontempo, membro dell'ufficio di presidenza della Camera, di An, sul rinvio in commissione del ddl Gasparri.

''La verita' -aggiunge il deputato- e' che il Parlamento si e' sentito vittima di una forzatura. C'e' troppa carne al fuoco: riforme istituzionali, verifica, vigilia di campagna elettorale. E' vero che si tratta di un provvedimento rinviato dal Capo dello Stato. Ma da allora sono successe altre cose''.

Sulle responsabilita' concrete nella maggioranza, Buontempo liquida le accuse del leghista Ce': ''Ho visto che punta il dito qua e la'. Sono sciocchezze. Il Parlamento ha i suoi tempi e questo e' tutto''.

(Fan/Pn/Adnkronos)