DDL GASPARRI: GIOVANARDI, VOTO DIPENDE DA CLIMA BURRASCOSO
DDL GASPARRI: GIOVANARDI, VOTO DIPENDE DA CLIMA BURRASCOSO

Roma, 3 feb. (Adnkronos)- ''Oggi era la giornata peggiore per votare, perche' si intrecciano questioni politiche piu' grandi, dalla verifica di governo alle aspettative di rimpasto, con il voto segreto si rischia di ottenere risultati come quello di oggi sulla legge Gasparri''. Cosi' il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Carlo Giovanardi, commenta la battuta d'arresto della legge Gasparri, colpita dai franchi tiratori durante il voto a Montecitorio.

''Quando il tempo e' burrascoso, c'e' tempesta, tutte le fantasie possibili si possono sbizzarrire con il voto segreto -avverte l'esponente dell'Udc- Mentre e' aperta una verifica e attraversiamo un momento politico movimentato, nel segreto delle urne si scatenano e si assommano tutte le motivazioni piu' contraddittorie, le aspirazioni, le frustrazioni piu' disparate, le piccole manovre''.

Giovanardi cita la Lega per spiegare come il voto segreto, certe volte, ''possa essere uno strumento perverso'', di difficile lettura. ''Non voglio muovere nessuna accusa alla Lega -premette- ma ricordo che dopo il voto sull'autorizzazione a aprocedere nei confronti di Craxi su cui cadde il governo Amato, il Carroccio ammise candidamente di aver votato contro l'autorizzazione a procedere per dare la colpa a Dc e Psi. Questo dimostra come sia difficile leggere il voto segreto''

(Vam/Pe/Adnkronos)