IMMIGRATI: PRC, CITTADINANZA PER OTTENERE DIRITTO DI VOTO
IMMIGRATI: PRC, CITTADINANZA PER OTTENERE DIRITTO DI VOTO
MASCIA, IMPORTANTE SOLLECITAZIONE A PARLAMENTO DA SANT'EGIDIO

Roma, 3 feb. (Adnkronos) - ''Ancora una volta dalla Comunita' di Sant'Egidio arriva un'importante sollecitazione al Parlamento in tema di immigrazione. Lo jus soli ovvero il diritto alla cittadinanza per i bambini nati in Italia, non solo e' importante in se', ma assume particolare rilevanza se inquadrato nell'ambito piu' generale dei diritti agli immigrati che vivono regolarmente in Italia, primo fra tutti il diritto di voto''. E' quanto afferma in una nota Graziella Mascia, vicepresidente dei deputati di Rifondazione Comunista. ''Siamo convinti, infatti -aggiunge- che sia il diritto di voto a dover discendere dallo status di cittadino e che solo il riconoscimento della cittadinanza possa garantire i diritti fondamentali previsti dalla Costituzione''.

''Il progetto di legge in tema di cittadinanza presentato dal Prc -prosegue Mascia- e gia' calendarizzato in commissione Affari costituzionali, si basa su tre principi tesi a scardinare le rigidita' della legislazione vigente: il riconoscimento dello jus soli; l'abbassamento da dieci a tre anni dell'obbligo di residenza per la presentazione dell'istanza di riconoscimento della cittadinanza italiana; la trasformazione della cittadinanza in diritto soggettivo, non piu' pertanto una concessione ma un'acquisizione sulla base del possesso di requisiti previsti dalla legge stessa''.

(Red/Rs/Adnkronos)