IRAQ: BOSI, ITALIA IMPEGNATA PER COINVOLGERE UE E ONU
IRAQ: BOSI, ITALIA IMPEGNATA PER COINVOLGERE UE E ONU
''PER NAZIONI UNITE INDISPENSABILE SOSTEGNO INTERNAZIONALE''

Roma, 3 feb. (Adnkronos) - Il sottosegretario alla Difesa, Francesco Bosi, intervenendo stamani alle commissioni Esteri e Difesa del Senato sul decreto per il rinnovo delle missioni in Iraq, si e' soffermato sul ruolo cardine dell'Onu. ''L'Italia -ha sottolineato Bosi- e' fortemente impegnata per un maggiore coinvolgimento dell'Europa e per la ripresa di un piu' diretto impegno dell'Onu in questo difficile teatro''. Quanto alla posizione del governo, Bosi ha assicurato che ''ha accolto con soddisfazione la risoluzione 1511 del 16 ottobre scorso che riconosce e legittima con chiarezza la presenza di forze militari in Iraq''.

Il sottosegretario ha ricordato inoltre come ''per fare riacquisire al popolo iracheno la propria sovranita' e l'autodeterminazione, l'Onu ritiene indispensabile il sostegno internazionale. E' per questo che il pensiero di taluni, secondo i quali la presenza dell'Italia in Iraq sostanzierebbe una vera e propria occupazione, costituisce un'evidente forzatura. L'Italia peraltro - ha osservato ancora Bosi - non ha mai assunto la qualifica di belligerante. Il nostro intervento, successivo alle fasi di aperta ostilita', trova la sua concreta ed inconfutabile motivazione in esigenze di tipo umanitario''. (segue)

(Sin-Red/Pe/Adnkronos)