CALABRIA: E' LA REGIONE CON IL PIU' ALTO TASSO DI EMIGRAZIONE (2)
CALABRIA: E' LA REGIONE CON IL PIU' ALTO TASSO DI EMIGRAZIONE (2)

(Adnkronos) - L'11 per cento dei nuovi immigrati e' laureato, il 37 per cento e' diplomato mentre oltre la meta' al massimo ha la licenza elementare. Una volta al Nord lavorano, nella maggior parte dei casi, nel terziario (come infermieri, addetti alla ristorazione, impiegati nelle piccole e medie imprese, agenti fieristici, autisti) un'altra buona fetta, soprattutto le donne, fanno le insegnanti, ed un'altra parte va a lavorare nelle fabbriche. Proprio come chi li ha preceduti negli anni Sessanta. E come loro, portano con se' il sogno di ritornare nella loro regione.

La Calabria e' la zona che subisce la maggiore emorragia, mentre l'Emilia Romagna e' l'approdo preferito: qui infatti il tasso di disoccupazione e' vicino al 2 per cento, indice tra i piu' bassi del mondo, rispetto invece al tasso medio di disoccupazione nel Meridione che e' pari al 18 per cento. ''Nel 2000 ben 147mila persone hanno lasciato il Mezzogiorno per il Nord -ha spiegato il responsabile del Sud Italia di Compagnia delle opere, Antonio Saladino- la cosa peggiore e' che il trend, secondo gli esperti, continuera' a crescere, e questo significa che nel lungo periodo il Sud si depauperera' notevolmente, perdendo del capitale umano che non tornera' piu'''.(segue)

(Prs/Zn/Adnkronos)