CIRIO: IL MERCOLEDI' NERO DI CRAGNOTTI (6)
CIRIO: IL MERCOLEDI' NERO DI CRAGNOTTI (6)
LE POSIZIONI DEGLI ALTRI INDAGATI, IL FIGLIO ANDREA

(Adnkronos) - Ruolo centrale anche quello che avrebbe ricoperto per il gip Andrea Cragnotti, il figlio dell'ex presidente della Cirio, ''nelle operazioni distrattive fraudolenti che hanno cagionato il dissesto delle societa'''.

''Gli stretti rapporti familiari con i protagonisti principali delle distrazioni e in particolare con Sergio Cragnotti e Filippo Fucile con i quali ha ricoperto un ruolo di primo piano nella progettazione delle operazioni finanziarie risoltesi in altrettanti fatti di bancarotta, i suoi comportamenti con il comparto estero del gruppo e con il settore bancario, rendono elevato il pericolo che si attivi per partecipare o influire sulla gestione di societa' (specialmente estere) e reiteri, avvalendosi di tali societa', ovvero di altre strutture imprenditoriali condotte delittuose analoghe a quelle per cui si procede e da lui poste in essere''.

''Le circostanze evidenziate -prosegue l'ordinanza- rendono altresi' attuale e concreto il pericolo che Andrea Cragnotti ponga in essere condotte finalizzate ad alterare la genuinita' del quadro probatorio, compromettendo l'acquisizione degli elementi di prova necessari per la completa ricostruzione dei trasferimenti finanziari, in particolar modo quelli verso i paradisi artificiali, ed ostacolando la localizzazione di eventuali somme presenti negli attivi delle societa' e provenienti dalle attivita' di distrazione ed il loro recupero''. (segue)

(Rug/Gs/Adnkronos)