CIRIO: LONGO, ARRESTO CRAGNOTTI MI SEMBRA ECCESSIVO
CIRIO: LONGO, ARRESTO CRAGNOTTI MI SEMBRA ECCESSIVO
''SPERO CHIARISCA SUA POSIZIONE, LA LAZIO NON C'ENTRA''

Roma, 11 feb. - (Adnkronos) - ''Mi sembra un provvedimento eccessivo''. Ugo Longo, presidente della Lazio, giudica cosi' l'ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura di Roma nei confronti di Sergio Cragnotti, ex numero 1 della societa' biancoceleste, nell'ambito dell'inchiesta sul crack della Cirio. Longo ha assunto la guida della Lazio nel gennaio dello scorso anno, dopo l'uscita di scena del finanziere. Cragnotti era indagato da mesi per i reati di truffa, false comunicazioni sociali e bancarotta pluriaggravata e reiterata.

''Da un punto di vista umano -dice Longo all'ADNKRONOS- sono estremamente dispiaciuto. Spero che Sergio Cragnotti riesca a chiarire la sua posizione davanti ai magistrati. Vorrei evitare di entrare nel merito giuridico, ma mi sembra che il provvedimento sia comunque eccessivo. La Lazio? Non ha niente a che vedere con questa indagine''.

(Gro/Zn/Adnkronos)