MAFIA: GRASSO, 39 I RESPONSABILI OMICIDIO PICCOLO DI MATTEO
MAFIA: GRASSO, 39 I RESPONSABILI OMICIDIO PICCOLO DI MATTEO
IL PROCURATORE DI PALERMO, NESSUNO RESTA IMPUNITO ANCHE DOPO 10 ANNI

Palermo, 11 feb. - (Adnkronos) - ''Con gli otto arresti di questa mattina, salgono a 39 i carcerieri e gli assassini del piccolo Giuseppe Di Matteo, finiti in galera in pochi anni''. E' quanto dice all'ADNKRONOS il Procuratore capo di Palermo, Pietro Grasso, commentando l'operazione antimafia della Dda di Palermo e dei Carabinieri di Agrigento che la notte scorsa ha portato all'arresto di otto persone, ritenute responsabili di avere tenuto prigioniero per mesi il bambino poi sciolto nell'acido.

''L'odissea del piccolo Di Matteo - dice ancora Grasso - e' durata tanto tempo. E' stato costretto a viaggiare tra le province di Palermo, Agrigento e Caltanissetta, quindi sono tante le persone coinvolte nel sequestro e nell'omicidio''. Giuseppe Di Matteo era stato rapito dagli uomini del clan di Giovanni Brusca, oggi pentito, quando non aveva neppure dodici anni. Fu tenuto ostaggio e poi strangolato e sciolto nell'acido nel gennaio del '96. (segue)

(Ter/Zn/Adnkronos)