MINORI: SIT-IN PER BIMBO ALBANESE DAVANTI AL TRIBUNALE CATANZARO
MINORI: SIT-IN PER BIMBO ALBANESE DAVANTI AL TRIBUNALE CATANZARO
IL PICCOLO TOMMASINO SAREBBE STATO 'COMPRATO' DA UNA COPPIA CALABRESE

Lamezia Terme, 10 feb. - (Adnkronos) - Ancora una manifestazione di protesta del Movimento Diritti Civili a favore del piccolo Tommasino (il bambino albanese ceduto ad una coppia di coniugi calabresi, in cambio, secondo l'accusa della Procura di Pescara, di un televisore a colori e di poche migliaia di euro) dopo il suo trasferimento, avvenuto sabato notte, dalla casa-accoglienza di Botricello (dove si trovava dalla fine di settembre dopo l'arresto dei suoi genitori 'adottivi' calabresi) in una localita' segreta, lontano dalla Calabria.

Franco Corbelli, insieme ai genitori adottivi calabresi del bambino, Angelo Borelli e Iole Rodio, ha organizzato un sit-in davanti al Tribunale dei Minori di Catanzaro per cercare di riportare il bambino albanese a casa sua, in Calabria, dai suoi genitori adottivi o alla parrocchia di Isola Capo Rizzuto di don Edoardo, dove il bambino e' cresciuto, ha frequentato la scuola e dove si trovano tutti i piccoli compagni di classe che lo aspettano e chiedono, ogni giorno, che ritorni tra loro. (segue)

(Prs/Pn/Adnkronos)