SANITA': LESIONI MIDOLLO PER 70.000 ITALIANI, 50% VITTIME STRADA (2)
SANITA': LESIONI MIDOLLO PER 70.000 ITALIANI, 50% VITTIME STRADA (2)
PARTE A MILANO PROGETTO COUNSELING FINANZIATO DA SCUOLE GUIDA

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Le lesioni midollari ''non possono guarire e portano a grave disabilita' - ha riferito Tiziana Redaelli, primario dell'Unita' spinale unipolare di Niguarda - Nel 15% dei casi derivano da malattie, nell'80% da traumi come incidenti stradali (50%), sportivi (20%) o sul lavoro (10%) e nel 5% da ferite d'arma da fuoco''. E soltanto per le lesioni traumatiche, ''la frequenza annua in Italia e' stimata in 18-25 nuovi casi per milione di abitanti''.

Oggi il centro milanese - 1.600 metri quadrati su 4 livelli, con una potenzialita' di 36 letti (26 attivi che presto saliranno a 30) in camere a 2 letti piu' servizi, palestra e piscina - assiste 9 tetraplegici e 17 paraplegici; 22 pazienti sono al primo ricovero, 4 respirano artificialmente, 4 sono extracomunitari e uno e' in eta' pediatrica (una bambina). Fisiatri, neurologi, neuro-urologi, infermieri, fisioterapisti, terapisti neuromotori e occupazionali e psicologici ''li seguono per 4-6 mesi in un percorso a 360 gradi''. Ma le cure sanitarie da sole non bastano. Da qui il progetto di Aus Niguarda, per un'attivita' di sostegno a pazienti e famiglie ''che da sperimentale speriamo venga presa a modello e diffusa sul territorio'', spiegano gli esperti. Le 500 autoscuole di Unasca Lombardia devolveranno all'associazione un minimo di 100 euro, il costo di 3 ore di lezione di guida. Obiettivo, 50 mila euro per maggio. ''Ma nel 2004 ci impegniamo anche a creare cultura - ha promesso il segretario regionale di Unasca, Pino Tricarico - con corsi di sicurezza stradale a 23 mila alunni della Provincia di Milano e persino all'asilo''.

(Sal/Pe/Adnkronos)