USURA: OPERAZIONE GDF, 7 ARRESTI IN PIEMONTE E LOMBARDIA
USURA: OPERAZIONE GDF, 7 ARRESTI IN PIEMONTE E LOMBARDIA

Torino, 10 feb. - (Adnkronos) - Prestavano denaro e pretendevano interessi fino a quasi al 200% annuo, costringendo le loro vittime a consegnare, come garanzia, titoli di credito per un valore doppio dei soldi consegnati e prevedendo solo formalmente la restituzione. Con questa accusa 7 persone sono finite in manette nell'ambito di un'operazione antiusura condotta in Piemonte e Lombardia dal Gico del Nucleo Regionale della Polizia Tributaria di Torino. Secondo le Fiamme Gialle si tratta di un'organizzazione particolarmente pericolosa legata alla 'ndrangheta e specializzata in estorsioni.

La base del gruppo era una pizzeria del torinese dove venivano incontrate le vittime e secondo gli inquirenti l'attivita' usuraia era gestita soprattutto dal titolare del locale. In particolare erano due gli usurai che, per il recupero crediti, si rivolgevano a personaggi della malavita operanti nel milanese che, in cambio di un terzo del denaro rcuperato, esercitavano pressioni sui debitori. L'operazione 'Golden Lion', che prosegue per individuare altre persone legate all'organizzazione, e' incominciata dopo la denuncia di alcuni commercianti e piccoli imprenditori che, non riuscendo a far fronte ai tassi usurai, erano stati vittime di percosse e minacce. Uno degli arrestati, che si trovava in semiliberta', era legato a una nota famiglia della 'ndrangheta della provincia di Reggio Calabria.

(Ato/Zn/Adnkronos)