MOSTRE: ROMA, LA ''SOCIETA' CORTIGIANA'' DELLA SECONDA META' DEL '600 (2)
MOSTRE: ROMA, LA ''SOCIETA' CORTIGIANA'' DELLA SECONDA META' DEL '600 (2)

(Adnkronos/Adnkronos Cultura) - ''Per la prima volta - continua Strinati - per quest'esposizione esce dalla Spagna Il Crocifisso del Bernini, custodito all'Escorial di Madrid. Inoltre tra le opere presenti e' possibile ammirare il Salvatore Benedicente, l'ultima opera realizzata dal Bernini, recentemente riconosciuta dopo lunghi anni di controversie''. Filo conduttore della mostra, che si articola su due piani delle Scuderie, il primo piu' vicino e fedele all'esposizione madrilena e il secondo piu' 'romano', sono i celebrati artisti di corte, con le opere di Vel?zquez, di Bernini e di Luca Giordano, oltre che di Maratta, Baciccio, padre Pozzo e di grandi artisti spagnoli tra cui Juan Carreno de Mirando e Bautista Martinez del Mazo.

Alla creazione e alla diffusione di uno stile e di un linguaggio comune tra le corti europee contribuirono i viaggi degli artisti di corte, il gusto per il collezionismo dei grandi personaggi, la donazione di opere d'arte a fini diplomatici, i grandi arazzi celebrativi, e la comune passione per l'arte.

(Per/Pe/Adnkronos)