RISPARMIO: BCE, GLI USA SEMPRE PIU' 'CICALE' DI EUROLANDIA (3)
RISPARMIO: BCE, GLI USA SEMPRE PIU' 'CICALE' DI EUROLANDIA (3)
SOSTENUTI IN ENTRAMBE AREE INVESTIMENTI PER ACQUISTO IMMOBILI

(Adnkronos) - Una leggera inversione di tendenza si e' avuta nel 2001 e soprattutto nel 2002 con il rallentamento economico e il peggioramento del mercato del lavoro che hanno spinto le famiglie a essere piu' parsimoniose. Il tasso di risparmio ha ripreso ad aumentare lievemente sia nell'area dell'euro (nel 2001 ma in particolare nel 2002) sia negli Stati Uniti (nel 2002), ma e' restato ''notevolmente inferiore'' ai livelli del 1995, rileva la Bce.

Inoltre gli investimenti soprattutto per l'acquisto di immobili, sono rimasti ''sostenuti'' per l'intero periodo in entrambe le aree economiche, soprattutto grazie ai bassi tassi sui mutui e all'aumento dei prezzi delle case. Dalla meta'degli anni '90, ''in entrambe le aree -scrive la Bce- la notevole rivalutazione delle abitazioni, che ha determinato aumenti di ricchezza per i proprietari e un incremento di valore degli immobili forniti a garanzia dei prestiti, e le condizioni di finanziamento favorevoli, hanno alimentato la domanda di mutui ipotecari''. (segue)

(Ccr/Rs/Adnkronos)