YUKOS: VERSO IL BARATRO DOPO NAUFRAGIO FUSIONE CON SIBNEFT (2)
YUKOS: VERSO IL BARATRO DOPO NAUFRAGIO FUSIONE CON SIBNEFT (2)

(Adnkronos/Marketwatch) - Ma i guai per la Yukos non finiscono qui: il gruppo rischia addirittura di perdere la licenza di sfruttamento dei ricchissimi giacimenti di greggio siberiano. In men che non si dica e' arrivata anche la scure dell'agenzia di rating Standard & Poor's: a meta' dicembre, il rating creditizio a lungo termine della compagnia e' stato ridotto di un grado al livello BB-, tre livelli inferiori al grado di investimento. Quanto all'altra grande boutique di rating internazionale, Moody's, a gennaio ha dichiarato di avere messo sotto osservazione il giudizio sul gruppo per un possibile declassamento.

Intanto, la procura russa ha congelato le partecipazioni nella compagnia per un totale del 40% delle stesse, per la maggior parte appartenenti a Khodorvsky, mentre il ministero delle entrate sostiene che il gruppo ha con il medesimo un arretrato di 5 miliardi di dollari fra mancati versamenti e penali. Molti politici dell'opposizione, ma anche numerosi analisti, hanno sostenuto fin dall'inizio che dietro alla vicenda e all'incredibile parabola Yukos ci siano soltanto motivi politici. Molti ritengono in particolare che ci sia la mano del Cremlino, deciso a punire le ambizioni e l'indipendenza di Khodorkovsky, oltre ai suoi dichiarati finanziamenti ai partiti opposizione come la Yabloko e la Union of Right Forces (Sps). Intanto la vicenda Yukos prosegue. (segue)

(Mdm-Gct/Rs/Adnkronos)