GIUSTIZIA: VIETTI, NIENTE BARATTI MA RIFORMA NEL DIALOGO
GIUSTIZIA: VIETTI, NIENTE BARATTI MA RIFORMA NEL DIALOGO
SOTTOSEGRETARIO SODDISFATTO PER RINVIO SCIOPERO MAGISTRATI

Roma, 2 mar. - (Adnkronos) - ''Sono soddisfatto che il dialogo prevalga, perche' mi preme una buona riforma''. Lo afferma in un'intervista a 'La Repubblica' il sottosegretario alla Giustizia, Michele Vietti, commentando il rinvio dell'astensione dei magistrati, che sara' ufficializzato domani durante una riunione dell'Anm. ''Ho lavorato per questo -sottolinea Vietti- Ciascuno si augura che vadano a buon fine le proprie iniziative''.

''Non per un'affermazione di parte -spiega Vietti- ma perche' sono convinto che lo sciopero nuoccia alla magistratura. Io invece la voglio autorevole e non delegittimata''. ''Abbiamo assunto il ruolo proprio della politica -aggiunge- costruire il consenso sulle soluzioni. Le regole dell'organizzazione giudiziaria non si possono imporre con le forzature ne' ai destinatari ne' all'opposizione''. ''Non saranno -sottolinea Vietti- il ministero della Giustizia o il governo a gestire le nuove regole, ma il Csm nel suo ruolo d'intermediario costituzionale''. ''Nel testo della verifica -conclude- ci sono tante cose, compresa l'intenzione di migliorare l'ordinamento giudiziario. Ma non c'e' un 'do ut des'''.

(Pao/Pn/Adnkronos)