ROMA: MINACCIAVA DI MORTE AVVOCATO, ARRESTATO A PESCARA
ROMA: MINACCIAVA DI MORTE AVVOCATO, ARRESTATO A PESCARA

Roma, 2 mar. - (Adnkronos) - Un uomo di 32 anni, P.C., di Torino, e' stato raggiunto ieri da un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Roma con l'accusa di tentata estorsione aggravata ai danni di un avvocato romano. L'uomo si trovava gia' in carcere a Pescara per truffa. La vicenda e' cominciata qualche settimana fa quando P.C. ha contattato il legale per una consulenza offrendosi poi di pagare la parcella del professionista con un bonifico in banca, e per questo ha chiesto all'avvocato gli estremi del suo conto corrente.

Il legale, tuttavia, si e' insospettito e ha invitato l'uomo nel suo studio. Per tutta risposta da quel giorno P.C. ha iniziato a minacciare che avrebbe dato fuoco allo studio dell'avvocato se non avesse ottenuto subito le coordinate bancarie della vittima. Dopo la denuncia alla polizia, gli investigatori del commissariato Trevi-Campo Marzio si sono messi sulle tracce del malvivente, pregiudicato per truffa, riconosciuto dalle registrazioni delle sue telefonate. Secondo la polizia P.C. pretendeva di conoscere il conto corrente dell'avvocato per prelevare poi del denaro in maniera truffaldina.

(Xjr/Zn/Adnkronos)