ROMA: RISTORATORE DENUNCIATO PER I PESCI MORTI NEL SUO ACQUARIO
ROMA: RISTORATORE DENUNCIATO PER I PESCI MORTI NEL SUO ACQUARIO

Roma, 2 mar. - (Adnkronos) - Pesci e crostacei morti nell'acquario di un ristorante in una traversa di via Veneto, a pochi metri da Largo Fellini, hanno provocato l'intervento del Corpo delle guardie Zoofile dell'Enpa, su segnalazione di un cittadino che aveva notato l'acquario in stato di evidente abbandono.

Nel locale sono intervenuti, insieme a Claudio Locuratolo, responsabile del Nucleo delle Guardie Zoofile della sezione di Roma dell'Empa, anche i carabinieri di via Boncompagni ed e' stato richiesto, inoltre, l'interessamento dell'Asl che dovra' compiere gli opportuni accertamenti igienico-sanitari per tutelare gli altri animali, ancora vivi, ma lasciati da settimnane senza cibo, agonizzanti in un'acqua ormai priva di ossigeno. E' scattata cosi' la denuncia per il proprietario del locale, accusato di maltrattamento di animali.''E' sconcertante avere la conferma del fatto che alcuni ristoratori usano i pesci come complemento d'arredo'' - commenta il presidente della Sezione di Roma dell'Enpa, Carla Rocchi, ponendo l'accento, polemicamente, sulle mancate conseguenze penali, in Italia, per reati di questo tipo. Il presidente, nel comunicato rilasciato dall'Enpa, ritiene ''non pi? rinviabile, da parte del Parlamento, la nuova legge sui maltrattamenti che prevede pene piu' severe per chi maltratta gli animali'', per chi oggi rischierebbe solo, al massimo, una multa.

(Rre/Rs/Adnkronos)