SALUTE: IL MEDICO, IMPOTENZA 'SPIA' DI MALATTIE PIU' GRAVI
SALUTE: IL MEDICO, IMPOTENZA 'SPIA' DI MALATTIE PIU' GRAVI
UN APPELLO ALLE DONNE PERCHE' SPINGANO IL PARTNER A CURE ED ESAMI

Roma, 2 mar. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Non solo un problema sessuale, ma una 'spia' di malattie anche gravi, spesso insospettate. ''La disfunzione erettile si e' rivelata un importante campanello d'allarme per la salute maschile. Ma oggi solo un quinto dei pazienti si rivolge al medico'', spiega Giuseppe La Pera, andrologo dell'ospedale San Camillo-Forlanini di Roma, ricordando i risultati di un suo recente studio condotto.

''Dei 500 pazienti con disfunzione erettile che abbiamo esaminato - spiega l'andrologo all'Adnkronos Salute, anticipando il suo intervento all'incontro 'Coppia e Salute' in programma oggi pomeriggio a Roma (Via Ripetta 22, ore 18.00) - il 15%, dopo una serie di analisi e la visita dello specialista, ha scoperto di avere una patologia fino a quel momento ignorata, o di presentare un fattore di rischio per malattie gravi''.

In particolare, sono stati diagnosticati 12 casi di diabete, 14 di depressione, 38 importanti fattori di rischio cardiovascolare, 9 tumori, un caso di sclerosi multipla. ''Questa ricerca - aggiunge l'andrologo - mette in evidenza che la cura della disfunzione erettile puo' rappresentare un'importante occasione di prevenzione primaria e secondaria di malattie piu' importanti''. Per questo La Pera lancia un appello alle donne: ''Non sottovalutate il problema del vostro compagno e spingetelo a rivolgersi al medico, pensando alla sua salute''.

(Sal/Zn/Adnkronos)