SALUTE: TRE MLN ITALIANI CON DISFUNZIONI ERETTILE NON SI CURA
SALUTE: TRE MLN ITALIANI CON DISFUNZIONI ERETTILE NON SI CURA
SOLO DOPO TRE ANNI SI RIVOLGE ALLO SPECIALISTA

Roma, 2. mar. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Sono 3 milioni e 200 mila i maschi italiani che soffrono di disfunzione erettile ma non si rivolgono al medico. Il tempo medio perche' il disturbo arrivi nello studio dello specialista in andrologia o del medico di famiglia e' di tre anni. Lo sostiene Carlo Gargiulo, medico di medicina generale e consulente per la trasmissione Rai 'Elisir', nel corso del convegno 'Coppia e sessualita', organizzato da Bayer Healthcare oggi nel Centro conferenze Adnkronos di Roma.

''Si tratta della stima emersa dal questionario realizzato in Italia dalla Societa' italiana di medicina generale (Simmg) e dalla Sociata' italiana di andrologia (Sia). Sono uomini di oltre 40 anni nel 70% dei casi: oggi ne diagnostichiamo uno su sei, ma solo uno su dieci viene trattato'', prosegue Gargiulo. I medici di famiglia sono uno 'snodo' fondamentale per l'emersione del fenomeno: ''La Simmg e' sempre piu' attiva nel far rientrare la sessualita' nell'anamnesi generale - aggiunge Gargiulo - e il medico di famiglia tranquillizza il paziente collocando il suo disturbo nella sfera della sessualita' di coppia e non piu' della sola genitalita'. Ne - conclude - fa un problema di qualita' della vita, e di diritto alla salute, non solo di prestazione sessuale''.

(Sal/Pe/Adnkronos)