SPAZIO: MISSIONE ROSETTA, TUTTO IL CONTRIBUTO ITALIANO (3)
SPAZIO: MISSIONE ROSETTA, TUTTO IL CONTRIBUTO ITALIANO (3)
TRE STRUMENTI PER L'ORBITER, DA VIRTIS A GIADA A WAC

(Adnkronos) - Per l'orbiter di Rosetta l'Italia ha realizzato tre strumenti che consentiranno di produrre per la prima volta la mappa accurata della composizione superficiale di un nucleo di una cometa, di effettuare l'analisi della distribuzione energetica e quantitativa delle polveri dell'ambiente circostante, di disporre di immagini di alta qualita' con una camera a grande campo e di effettuare la mappatura accurata della natura mineralogica della superficie del nucleo. Eccoli in dettaglio.

VIRTIS - E' lo Spettrometro a Immagine nel Visibile e InfraRosso. Il Principal Invetigator e' la scienziata italiana Angioletta Coradini del CNR-IFSI di Roma. Primo Contraente Industriale e' la Galileo Avionica S.p.A. Virtis e' spettrometro a immagine per osservazione remota, progettato per operare in un ambiente di spazio ''profondo''. Lo strumento e' in grado di fornire immagini a medio-alta risoluzione della cometa per ogni lunghezza d'onda tra l'infrarosso e il vicino ultravioletto. Questa tecnica consente di ricavare la composizione chimica di ogni dettaglio della superficie cometaria con una risoluzione che varia tra qualche decina di centimetri a qualche metro secondo la distanza di osservazione, che varia con la fase di missione. (segue)

(Ada/Zn/Adnkronos)