TERRORISMO: MILANO, RINVIATO A DOMANI PROCESSO CONTRO 5 ISLAMICI
TERRORISMO: MILANO, RINVIATO A DOMANI PROCESSO CONTRO 5 ISLAMICI
INTANTO VIENE ESPULSO MAROCCHINO GIA' CONDANNATO

Milano, 2 mar. (Adnkronos) - Si apre, ma per venire subito rinviato a domani, il primo processo milanese nel quale gli imputati sono accusati formalmente di 270 bis, cioe' di terrorismo internazionale, il reato inserito nell'ordinamento italiano solo dopo la tragedia dell'11 settembre. Si tratta di cinque islamici accusati di aver costituito una cellula a Milano finalizzata ''a compiere atti di violenza, quali attentati, anche in Stati diversi dall'Italia'', tutti arrestati nell'ottobre del 2002 in seguito all'inchiesta condotto attorno ad 'Amsa il libico', detenuto in Gran Bretagna , considerato un uomo chiave nell'organizzazione transnazionale di Al Qaeda.

Mentre il processo davanti alla prima sezione della Corte d'Assise di Milano si 'apriva' e 'chiudeva' su alcune fonti di prova per essere subito aggiornato a domani, negli ambienti giudiziari si e' appreso che Yassine Chekkouri, il 'bibliotecario' del centro culturale islamico di viale Jenner a Milano, condannato nelle settimane scorse a quattro anni di reclusione, ma subito uscito per decorrenza termini, e' stato espulso dall'Italia.

Chekkouri, marocchino d'origine, tornera' nel suo Paese dove pero', ad attenderlo, potrebbe esserci di nuovo il carcere per una precedente condanna inferta dalle autorita' locali, se non provvedimenti piu' tragici. Ma nonostante le prospettive legate al suo rimpatrio, Yassine Chekkouri ha lasciato l'Italia.

(Cri/Pe/Adnkronos)