MOSTRE: ROMA, LA PRIMA PERSONALE DI ROBERTO RUSPOLI (2)
MOSTRE: ROMA, LA PRIMA PERSONALE DI ROBERTO RUSPOLI (2)

(Adnkronos/Adnkronos Cultura) - Le figure sono apparizioni che lasciano intuire la loro presenza e accennano solo al movimento che costringe l'osservatore a non avere risposta alla domanda: cosa sta accadendo? ''Istanti di vita - continua la curatrice - che non vogliono raccontare nulla se non l'impossibilita' di comprendere le vicende umane e la difficolta' ad esprimersi con il linguaggio corrente''. Figurazioni che non appartengono a nessun tempo, ne' al presente ne' al passato, ''esprimono solo una condizione di estraneita', un'estraneita' convinta ai riferimenti culturali ed artistici del nostro vivere attuale''.

(Per/Pe/Adnkronos)