NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (8)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LA CRONACA (8)

Roma. Il generale aumento delle temperature provoca una forte instabilita' del manto nevoso, aumentando pericolosamente il rischio valanghe. Il bollettino del Corpo forestale dello Stato prevede, sull'arco alpino, un pericolo notevole alle alte quote, nei lughi in cui sono state registrate nevicate superiori ai 20 cm nelle ultime 24 ore, a causa della presenza di consistenti spessori di neve debolmente consolidata, e sui versanti a pendenza critica. Sulla dorsale appenninica si riscontra un alto rischio valanghe alle alte quote dei grandi massicci centro- settentrionali, su tutti i versanti a pendenza critica, a tutte le esposizioni, durante l'intero arco delle 24 ore. Il Corpo forestale sconsiglia, quindi, le uscite fuori pista sia nelle Alpi sia negli Appennini, dove registrate nevicate superiori ai 20 cm nelle 24 ore. Poiche' La tendenza al pericolo e' in aumento, viene inoltre consigliata la convocazione delle commissioni valanghe per un rilievo puntiforme finalizzato alla valutazione del pericolo locale. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)