NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'ESTERO (8)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'ESTERO (8)

Roma. Il presidente del Kenya Mwai Kibaki ha commutato in ergastolo tutte le condanne a morte comminate nel Paese. Lo ha riferito oggi l'associazione Nessuno tocchi Caino esprimendo soddisfazione per la decisione assunta due giorni fa e precisando che nel braccio della morte ad ottobre 2003 vi erano 2.618 condannati. Per Nessuno tocchi Caino la notizia e' la conferma degli impegni abolizionisti presi dal governo del Kenya e ribaditi nei confronti di dirigenti dell'associazione in occasione di incontri avvenuti l'estate scorsa a Nairobi e piu' recentemente nella conferenza svoltasi a Roma il 13 e 14 febbraio sulla pena di morte in Africa. Il ministro della Giustizia e Affari Costituzionali Kiraitu Murungi ha detto che il governo e' determinato nel non voler impiccare nessuno perche' si tratta di una punizione disumana. ''Sarebbe un passo indietro conservare la pena di morte nella nuova Costituzione'', ha dichiarato Murungi in riferimento alla Conferenza Nazionale Costituzionale che, il 9 marzo, aveva deciso di mantenere la pena di morte per omicidio e stupro di minorenni abolendola solo per tradimento e furto con violenza. Il testo della bozza costituzionale dovra' ora passare al vaglio del Parlamento dove sara' possibile, in base ad una nuova proposta di legge, emendarlo. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)