NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'INTERNO (7)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - L'INTERNO (7)

Roma. Ammonta a circa 80 milioni di euro la somma che con l'approvazione del decreto del ministro Urbani verra' destinata al finanziamento dei film di interesse nazionale cui l'apposito fondo ormai esaurito non riusciva piu' a fare fronte. Al cinema va, infatti, un terzo del totale dei 250 mln di euro cui il ministero, grazie al decreto, potra' destinare a favore dell'intero comparto spettacoli dei Beni culturali. La somma viene messa insieme cumulando i circa 90 milioni di euro provenienti dal Lotto, gli 80 milioni della Tabella B della Finanziaria e altri 80 dalla legge Lunardi-Urbani (quella che assicura proventi del 3pc legati agli stanziamenti in infrastrutture) in mutui che potra' contrarre la societa' Arcus. Lo stesso ministro della Cultura ha spiegato che, alla fine, si e' deciso di non far ricorso al 'gratta e vinci' per reperire fondi: ''Le stime di ricavi erano poco rilevanti, pero' -ha detto Urbani- la misura resta allo studio perche' io resto affezionato ad una iniziativa di questo genere in cui si chiedono finanziamenti per il cinema, o per il teatro, a chi davvero li ama''. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)