NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LO SPORT (5)
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE - LO SPORT (5)

Milano. ''Una parita' cosmica''. Sono le parole che Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, utilizza per descrivere l'equilibrio esistente tra i rossoneri e la Juventus. Domenica sera, allo stadio Delle Alpi di Torino le due formazioni si affronteranno nel posticipo della 25/a giornata di campionato. Il Milan arriva all'appuntamento con 6 punti di vantaggio e la spinta supplementare della qualificazione ai quarti di finale di Champions League, traguardo fallito invece dai campioni d'Italia. ''Temo la Juventus. Temo -dice Galliani- che per la terza volta vinca la squadra sfavorita come e' accaduto in Juventus-Inter e in Roma-Milan. A Roma noi abbiamo vinto ed e' stata una sorpresa perche' eravamo reduci dal calco atletico, a causa della trasferta in Giappone, patito contro Boca Juniors e Udinese. Milan e Juve sono comunque due squadre che si equivalgono, non solo nell'organico ma anche in societa'. Noi e la Juve abbiamo pareggiato a Manchester, a New York e nella partita di andata. Siamo pari da molto tempo. Una parita' cosmica. E comunque sia, si puo' vincere a Torino e poi perdere lo scudetto oppure si pu? perdere a Torino e poi vincere lo scudetto. Con trenta punti in palio puo' succedere di tutto. Non considero assolutamente finita la Juve. Si puo' riprendere, cosi' come ci siamo ripresi noi. Non dimentichiamo che l'anno scorso siamo finiti a meno undici in campionato e poi abbiamo vinto la Champions League. Collina? Lui, Ivaldi e Pisacreta sono il massimo che possa esprimere il calcio italiano''. (segue)

(Pab/Opr/Adnkronos)