BOLOGNA: 1000 INQUILINI CASE ENTI PREVIDENZIALI RISCHIANO SFRATTO
BOLOGNA: 1000 INQUILINI CASE ENTI PREVIDENZIALI RISCHIANO SFRATTO
DS PROPONGONO EMENDAMENTI CHE SARANNO DISCUSSI MARTEDI' ALLA CAMERA

Bologna, 12 mar. - (Adnkronos) - Circa 1000 famiglie bolognesi, che abitano in case di proprieta' degli enti previdenziali, rischiano di essere sfrattate perche' impossibilitate ad accedere alla proprieta' degli alloggi in cui abitano. E' quanto hanno denunciano i Ds di Bologna che, questa mattina, hanno presentato alla stampa, nella loro sede di via della Beverara, gli emendamenti che hanno proposto in vista della discussione alla Camera di martedi 16 marzo. ''Il governo - denunciano i Ds - contrariamente agli impegni assunti, non ha assicurato agli inquilini che avevano manifestato l'intenzione di acquisto prima del 31 ottobre 2001 condizioni di equita' e parita' di trattamento''.

La questione riguarda gli inquilini delle case in dismissione degli enti previdenziali (le cartolarizzate 'Scip 2') che una legge del 2001 assicurava, previo invio di una raccomandata che esprimesse la volonta' di acquisto entro il 31 ottobre 2001, il mantenimento di prezzi e condizioni fissati dalla normativa vigente alla data dell'invio. Nella realta' gli inquilini hanno visto recapitarsi offerte con prezzi del 2003 e il Dl 23 del febbraio di quest'anno lo conferma. (segue)

(Jet/Ct/Adnkronos)