PARMALAT: RINVIATA AL 31 MAGGIO CAUSA CIVILE PER SEQUESTRO BENI TANZI
PARMALAT: RINVIATA AL 31 MAGGIO CAUSA CIVILE PER SEQUESTRO BENI TANZI
CONFCONSUMATORI SI COSTITUISCE IN GIUDIZIO PER IL RISARCIMENTO

Parma, 12 mar. - (Adnkronos) - E' stata rinviata al 31 maggio 2004 la causa civile per il sequestro preventivo dei beni di 27, tra ex amministratori, sindaci e consulenti della Parmalat, promossa dal Commissario straordinario Enrico Bondi. Il giudice Mariano Lo Moro ha concesso alle parti il termine di 30 giorni per la presentazione di nuove memorie, a cui si aggiungono ulteriori 30 giorni per le repliche.

Intanto la Confconsumatori ha insistito nei motivi esposti nel proprio intervento adesivo di costituzione in giudizio in quanto portatrice dell'interesse giuridicamente protetto alla tutela degli interessi collettivi dei piccoli risparmiatori coinvolti. ''L'intervento nel procedimento per il sequestro - ha dichiarato Mara Colla, presidente nazionale della Confconsumatori - e' una delle strade giudiziarie che intendiamo percorrere sulla questione Parmalat''. ''Infatti - ha detto il presidente - non intendiamo lasciare nulla di intentato affinche' i risparmiatori possano avere l'integrale risarcimento''.

(Mem/Zn/Adnkronos)