UE: ITALIA FANALINO CODA PER ATTRAZIONE INVESTIMENTI ESTERI
UE: ITALIA FANALINO CODA PER ATTRAZIONE INVESTIMENTI ESTERI
IN TECNOLOGIA, RICERCA E SVILUPPO - UNO STUDIO SIEMENS

Roma, 12 mar. (Adnkronos) - L'Italia e' il fanalino di coda in europa per capacita' di attrarre investimenti esteri in tecnologia, ricerca e sviluppo. A denunciarlo e' uno studio della Siemens e realizzata da Ambrosetti e presentato oggi nel corso di un convegno sugli indicatori e le politiche per migliorare il sistema Italia e la sua attrattivita' positiva. La media degli investimenti diretti esteri attratti in percentuale del Pil (nel periodo 1996-2001), assegna infatti all'Italia appena lo 0,5% del totale contro il 12,8% dell'Irlanda, il 9,7% della Svezia, l'8,4% del'Olanda il 5,2% del Regno Unito, il 2,9% della Germania, il 2,6% della Spagna e il 2,3% della Francia.

Lo studio misura l'attrattivita' dei vari sistemi territoriali (Stati, Regioni, Province) e la relativa performance rispetto ad alcuni fattori chiave che determinano la scelte di investimento delle multinazionali estere. Dodici i fattori esaminati fra i quali spiccano infrastrutture tecnologiche di base, il capitale umano, l'efficienza della P. A., la maturita' del sistema industriale, l'atteggiamento verso l'imprenditorialita', l'immagine e la reputazione. (segue)

(Ccr/Pe/Adnkronos)