CRIMINALITA': SEQUESTRATE DUE PISTOLE A BARI, UN ARRESTO
CRIMINALITA': SEQUESTRATE DUE PISTOLE A BARI, UN ARRESTO
LE ARMI POTREBBERO ESSERE STATE USATE IN RECENTI AGGUATI

Bari, 23 mar. - (Adnkronos) - Gli investigatori sono prudenti ma potrebbero essere state usate in recenti e cruenti fatti di sangue, avvenuti negli ultimi tempi a Bari, le due pistole sequestrate ieri sera dalla Squadra Mobile a Saverio Lorusso, pregiudicato di 28 anni. L'uomo e' stato arrestato nel bar ''Divine'', del quartiere San Girolamo, nel corso di una perquisizione. A insospettire gli inquirenti e' il calibro delle due pistole, in entrambi i casi 7,65, la prima di marca 'Bernardelli' (rubata a Trani), la seconda una 'Crvena Zastava'. In entrambe le pistole c'erano 7 proiettili di cui uno in canna, quindi pronte all'uso.

Appena ha visto gli agenti Lorusso si e' diretto velocemente verso il bagno del locale dove ha cercato di nascondere le armi in un cestino per rifiuti. E' accusato di porto abusivo di arma, ricettazione e ora si trova in isolamento. La Polizia ha chiesto alla Autorita' giudiziaria di sottoporre a esami balistici comparativi le armi proprio per accertare l'eventuale uso in altri fatti di sangue. Proprio pistole di calibro 7,65 hanno colpito esattamente un mese fa in via Grimaldi, al quartiere San Girolamo, dove due esponenti del clan Strisciuglio, Matteo Cucumazzo e Antonio Colella, furono uccisi in un agguato. E sempre dello stesso calibro sono le armi che hanno sparato nei giorni scorsi al quartiere Liberta' dove sono rimasti leggermente feriti due giovani, di cui un 17enne. Ieri sera e' finito in carcere anche il fratello di Saverio Lorusso, Umberto, per un'ordinanza di sospensione dei benefici della legge sull'indultino.

(Pas/Rs/Adnkronos)